Avviate le attività a Salbertrand

Indagare la natura dei cumuli di materiale presente da anni a Salbertrand ed elaborare un piano per la loro rimozione è l’obiettivo delle operazioni partite il 5 febbraio scorso con l’accesso formale alle aree, connesse ai lavori per la Torino-Lione. Infatti i circa 110.000 mq adiacenti all’autostrada A32 sono interessati dalla costruzione della fabbrica dei conci che trasformerà lo smarino estratto negli scavi italiani in elementi per il rivestimento della galleria. 

Lo stabilimento sarà costruito su una porzione di territorio che attualmente ospita un deposito di vari materiali stoccati negli anni da diversi soggetti che non hanno mai provveduto al loro sgombero. 

Nei prossimi mesi su incarico di TELT saranno quindi svolti campionamenti sui cumuli del sito di Salbertrand: le indagini serviranno a caratterizzare i materiali stoccati e a conoscerne l’esatto volume. Una volta avuti i risultati il promotore elaborerà il progetto per la loro rimozione e la messa a disposizione dell’area, come prevede il progetto. Al termine dei lavori l’area verrà rinaturalizzata e restituita ai proprietari.